Le fibre muscolari

Dal punto di vista funzionale possiamo dire che esistono 2 tipi di fibre muscolari: lente e veloci (o rapide).

Fibre muscolari

  • fibre di tipo 1 (LENTE): corrispondono alle fibre rosse, sono caratterizzate da bassa attività ATPasica. Si contraggono lentamente e poco intensamente e tollerano maggiormente la fatica (sono dunque in grado di mantenere la contrazione per un periodo piuttosto lungo). Presentano grandi quantità di enzimi mitocondriali e producono ATP prevalentemente tramite la glicolisi aerobica e la fosforilazione ossidativa ad essa associata.
  • fibre di tipo 2 (VELOCI): corrispondono in generale alle fibre bianche, sono caratterizzate da elevata attività ATPasica. Si contraggono rapidamente ed intensamente ma tollerano poco la fatica. Presentano grandi quantità di enzimi glicolitici e producono prevalentemente ATP tramite la glicolisi anaerobica.
  • Le fibre di tipo 2 si suddividono a loro volta in: tipo A: sono fibre che possiamo definire “intermedie” presentando caratteristiche strutturali e metaboliche intermedie tra le 2B e le 1. tipo B:sono quelle a più elevata attività glicolitica. tipo X: sembrano essere ancora indifferenziate, dando poi origine alle 2A o 2B
Pubblicato in Salute e Benessere, Sport
Tag , , , , , , , ,